I Certificati Maxi Cedola

certificati maxi cedola

Cosa sono i certificates maxi cedola? Perché sono fiscalmente interessanti i certificati di investimento con maxi cedola? Come funzionano i certificates con maxi cedola o welcome coupon certificates e come recuperare le minusvalenze con questi prodotti derivati?

I certificates maxi cedola: cosa sono

I certificati di investimento con maxi cedola sono particolarmente interessanti in quanto consentono all’investitore di ottenere un beneficio fiscale, posticipando nel tempo eventuali minusvalenze. In taluni casi, se i sottostanti restano al di sopra del valore barriera, permettono all’investitore il recupero di precedenti minusvalenze;

con il solo incasso della maxi cedola viene comunque ottenuto l’obiettivo di posticipare la scadenza di minusvalenze pregresse ottenute con investimenti o trading su azioni, certificates, ma anche sul forex, il mercato delle valute, o su investimenti obbligazionari.

Come funzionano i certificati maxi cedola?

La caratteristica centrale dei certificati maxi cedola è appunto, come lascia intendere il nome, quella di distribuire un generoso coupon nei primi mesi di vita del prodotto. Spesso i certificates maxi cedola prevedono lo stacco del coupon a ridosso di fine anno, in modo di poter posticipare di altri quattro anni eventuali minusvalenze.

Si tratta solitamente di cedole superiori al 10% (di norma fra il 10 ed il 25%), che vengono staccate con delle barriere cedolari basse o molto basse, in modo da rendere assai probabile il pagamento della cedola medesima.  Questo fa inoltre sì che non si tratti di maxi cedole incondizionate, ma bensì legate a delle barriere, rendendole reddito diverso e quindi utili per la compensazione di precedenti minusvalenze.

Va specificato come la maxi cedola staccata dal certificato ad inizio vita del prodotto sia spesso seguita da cedole meno attraenti, che variano comunque in funzione dei sottostanti e delle barriere cedolari ipotizzate dai creatori del prodotto.

Cosa capita al certificato dopo lo stacco della maxi cedola?

Il valore del certificato ingloba lo stacco della maxi cedola. Pertanto, dopo lo stacco del generoso coupon il certificato si deprezza di un uguale ammontare. In altre parole, se un certificato quota 1020 euro e prevede una cedola del 15%, dopo lo stacco è lecito attendersi che scenda di circa 150 euro, ossia 15 punti percentuali su un valore nominale di 1.000 euro. Se la maxi cedola fosse invece del 20%, la discesa attesa del prezzo del certificato potrebbe assestarsi nell’ordine dei 200 euro, ossia il 20%.

investire in borsa, rischio e rendimento in borsa
I certificati con Maxi Cedola sono un interessante strumento anche dal punto di vista fiscale. Come nella maggior parte dei casi non sono esenti da rischi, ma possono aiutare l’investitore a posticipare eventuali minusvalenze pregresse.

Come recuperare le minusvalenze?

La funzione dei certificates con maxi cedola è quella di aiutare l’investitore a recuperare o quantomeno a posticipare eventuali minusvalenze. Lo scenario ideale per l’investitore è quello in cui il sottostante o i sottostanti cui fa riferimento il certificato si apprezzino (parliamo chiaramente di certificates “long”), facendo sì che l’investitore incassi la maxi cedola e a scadenza (o anche prima, se è presente l’opzione autocallable, nel caso in cui sia un express certificates) riceva il nominale di 1.000 euro, solitamente con l’aggiunta di un ulteriore premio o di una nuova cedola.

Se a scadenza, invece, uno o più sottostanti fossero al di sotto del livello barriera, l’investitore riceverebbe un rimborso pari al nominale decurtato della perdita fatta registrare dal peggior sottostante che compone il certificato. Sarebbero salve eventuali cedole percepite durante la vita del prodotto, così come la maxi cedola iniziale, a patto chiaramente che i sottostanti si trovassero al di sopra della barriera cedolare nelle date di osservazione previste dal certificato.

Conclusioni sui certificates maxi cedola

I certificates maxi cedola sono interessanti, soprattutto per il loro aspetto fiscale. Conviene esaminarli con grande attenzione in quanto si tratta di prodotti a capitale condizionatamente protetto: pertanto vi è la possibilità di incappare in perdite anche con questi strumenti.

Anche nel caso dei certificates maxi cedola la nomenclatura commerciale può cambiare in base alle scelte delle varie emittenti. Unicredit per esempio ha cambiato dicitura di alcuni prodotti strutturati; Ha definito alcuni certificates cash collect maxi cedola” per poi in seguito preferire la dicitura maxi coupon o welcome coupon al posto di maxi cedola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui