Investire su Borsa Italiana

Investire su Borsa Italiana: ecco alcune caratteristiche che l’investitore deve conoscere in merito agli orari per il trading e la negoziazione su Borsa Italiana

0
32
investire in borsa

Borsa Italiana e gli orari per il trading : ecco alcune caratteristiche che l’investitore deve conoscere in merito agli orari di Borsa Italiana

Borsa Italiana è la società che gestisce gli scambi azionari presso il mercato italiano, ma anche il mercato obbligazionario italiano, così come quello dei certificati di investimento (certificates) e dei covered warrant tramite il Sedex. Nel dettaglio, in questo articolo, vedremo quelle che sono le tre fasi distinte (e i rispettivi orari) per gli investitori sui mercati azionari su Borsa Italianal’asta di apertura, la negoziazione in continua e l’asta di chiusura.

Borsa Italiana – Asta di apertura

L’ asta di apertura, che si tiene prima dell’avvio delle contrattazioni in continua (in un orario fra le 08.00 alle 09.00), raccoglie tutti gli ordini di acquisto/vendita che vengono inseriti dai vari operatori nei book di negoziazione su  Borsa Italiana. L’asta di apertura è importante per gli investitori, infatti serve a fissare un prezzo di apertura che sia di equilibrio e talvolta indica anche quella che sarà la direzione dell’intera giornata di trading.

Nel dettaglio, durante l’asta di apertura il sistema di trading di Borsa Italiana ordina: 
– in ordine crescente tutte le proposte in acquisto; 
– in ordine decrescente tutte le proposte di vendita.

Borsa Italiana : gli ordini

In Borsa Italiana gli ordini che vengono inseriti nei book di pre-apertura (a prezzo limitato o al prezzo di asta) contribuiscono infatti determinare il prezzo teorico di apertura. Nel corso dell’asta di apertura intermediari e investitori privati vedono gli ordini che arrivano nel sistema e possono modificare o cancellare i propri ordini.

Per evitare variazioni improvvise del prezzo di apertura (provocate dall’inserimento o dalla cancellazione degli ordini negli ultimi istanti), la fase di immissione ordini termina su Borsa Italiana, in modo casuale, all’interno dell’ultimo minuto della fase di pre-apertura, in modo che nessun intermediario possa avere la certezza di essere l’ultimo a inserire o cancellare ordini.

Al termine della fase di pre-apertura l’ultimo prezzo teorico viene controllato e, se non eccede i limiti di variazione, viene considerato come prezzo effettivo di apertura. 
A questo prezzo vengono quindi concluse: 
– le proposte di acquisto, immesse in fase di pre-asta, il cui prezzo è superiore al prezzo di apertura; 
– le proposte di vendita, inserite in fase di pre-asta, il cui prezzo è inferiore al prezzo di apertura.

Borsa ItalianaLa fase di negoziazione continua

Terminata l’asta di apertura, su  Borsa Italiana, inizia la negoziazione continua (dalle 09.00 alle 17.30). Nel corso di questa fase gli operatori inseriscono i loro ordini sui book di negoziazione al fine di eseguire le loro strategie operative. Il book è dinamico poiché, in funzione degli ordini che arrivano sul mercato, si modifica costantemente. È opportuno evidenziare che nei book sono molto spesso presenti delle proposte di negoziazione che sono inserite al solo fine di condizionare il comportamento di altri operatori.

Grossi quantitativi presenti in vendita sui vari livelli del book, ad esempio, potrebbero essere inseriti da operatori istituzionali al fine disincentivare eventuali acquisti e provocare una discesa dei prezzi, creando in questo modo le condizioni per acquisti su livelli di prezzo più bassi. Al contrario grossi quantitativi presenti in acquisto sui vari livelli del book, ad esempio, potrebbero essere inseriti da operatori istituzionali al fine di innescare una risalita dei prezzi e poter poi uscire da eventuali posizioni long (o aprire nuove posizioni short) su livelli di prezzo più alti.

In Borsa Italiana, cioè sul mercato azionario italiano, la negoziazione in continua avviene in modo fluido e continuo tra le 09.00 e le 11.30. È una fase in cui il nostro mercato si muove per lo più su temi interni (notizie societari, dati macroeconomici italiani e/o europei) e vive pertanto di vita propria. Tra le 11.30 e le 13.30 la liquidità su Borsa Italiana tende a ridursi e rende questa fase di mercato di mercato poco significativa in termini volumetrici.

Dalle 13.30 alle 17.30 gli scambi si intensificano in modo significativo sia per la diffusione di importati dati macroeconomici Usa (solitamente alle 14.30 e alle 16.00) sia per l’apertura della borsa americana. Questa fase di mercato è spesso condizionata dal comportamento di Wall Street che in alcuni casi può confermare il trend positivo/negativo in atto sulla Borsa italiana mentre in altri casi può anche provocare improvvise inversioni di tendenza.

L’asta di chiusura su Borsa Italiana

In Borsa Italiana l’asta di chiusura dei mercati azionari avviene dalle 17.30 alle 17.35 e serve a far sì che l’ultimo prezzo di ogni giornata di contrattazione sia il più significativo possibile. In particolare, gli scambi che avvengono nell’asta di chiusura rappresentano generalmente una parte importante degli scambi che vengono utilizzati per la determinazione del prezzo di riferimento (calcolato come media, ponderata per le quantità, dei prezzi corrispondenti all’ultimo 10% delle quantità scambiate nella seduta).

Nel corso del periodo di asta il sistema di negoziazione mostra in tempo reale il livello del prezzo teorico di chiusura, basato sulla situazione corrente del book. Il sistema incrocia poi gli ordini corrispondenti e, secondo le priorità di prezzo e di tempo, determina poi il prezzo di chiusura ufficiale di Borsa Italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui