I Certificati con Airbag

0
24

Certificates con airbag – Cosa sono? I certificati di investimento con airbag: come funzionano e quali sono i vantaggi per gli investitori?

I certificati con airbag (anche detti planar o parachute o low strike certificates) sono dei prodotti finanziari appartenenti alla categoria dei certificati a capitale condizionatamente protetto. La caratteristica centrale dei certificati airbag è dunque quella di offrire all’investitore una maggiore protezione rispetto ai tradizionali certificati, con una sorta di cuscinetto, in grado di attutire le perdite nel caso in cui il valore del sottostante dovesse scendere al di sotto del livello di strike. Da qui, appunto, arriva il nome airbag certificates.

Certificati a rischio contenuto

Nonostante questa maggiore protezione, l’investitore riesce tuttavia a beneficiare delle performance rialziste del sottostante, anche se spesso in maniera meno che proporzionale per compensare la maggiore protezione offerta dall’airbag certificates. Come facilmente intuibile possono essere un interessante strumento per l’investitore che desideri un rischio più contenuto, ossia un basso profilo di rischio. Va tuttavia sottolineato che si tratta di prodotti a capitale condizionatamente protetto, quindi soltanto sino ad un determinato livello. Al di sotto di tale soglia, come vedremo, l’airbag certificate attutisce le perdite, ma non le elimina assolutamente. Nell’ipotetico caso estremo di una perdita totale (ossia del – 100%) da parte del sottostante cui l’airbag certificates è legato, anche il valore del prodotto scenderebbe a zero.

Certificati con airbag – Come funzionano?

La struttura degli airbag certificates si basa su alcuni concetti chiave, quello centrale è tuttavia legato al posizionamento della barriera ed al rapporto “airbag” del certificato.

Prendiamo per ipotesi un certificato legato al titolo Unicredit, con prezzo di osservazione iniziale (ossia strike del certificato) pari a 10 euro ed un livello barriera al 40%, pari a 6 euro. Il rapporto airbag è in questo caso 1,6667, ottenibile dividendo il valore di fixing iniziale di 10 euro per la barriera di 6 euro. Nel caso in cui il titolo dovesse perdere il 60% del suo valore a scadenza, l’investitore otterrebbe una performance negativa, ma nettamente meno drammatica rispetto a quella realizzata dal sottostante, grazie appunto al cuscinetto offerto dall’airbag certificates.

Nel dettaglio il calcolo da effettuare sarebbe il seguente: (100 x 0,4 x 1,6667) = 66,667. In altre parole, l’investitore che avesse scelto un airbag certificates in questa ipotetica operazione avrebbe una perdita del 33,333% a fronte di un calo del 60% del sottostante cui fa riferimento il medesimo certificato.

Certificati con airbag – Esempi

Certificates con airbag – Vediamo nel dettaglio varie casistiche in merito. Se il sottostante cui fa riferimento il certificato di investimento in questione dovesse muoversi al rialzo, l’investitore riceverebbe il rendimento positivo (moltiplicato per un fattore di partecipazione, qualora ciò fosse previsto). In alcuni casi – si pensi ai low strike autocallable di Leonteq – l’investitore potrebbe anche ricevere una cedola periodica mensile per tutta la vita del prodotto fino alla eventuale attivazione dell’opzione autocallable, che farebbe richiamare il certificato alla pari.

Sottostante e strike

Se il sottostante cui fa riferimento l’airbag certificates in questione dovesse scendere al di sotto del valore strike, ma al di sopra della barriera, il certificato rimborserà alla pari, tutelando dunque l’investitore. Possono inoltre essere presenti cedole mensili o trimestrali, con una barriera uguale rispetto a quella dell’airbag o anche differente (per esempio l’airbag potrebbe essere al 60%, con una cedola pagata a patto che il sottostante non scenda al di sotto dell’80% dello strike iniziale).

Airbag – Un esempio

Nel caso in cui il sottostante cui fa riferimento il certificato di investimento in questione dovesse scendere al di sotto della barriera scatterebbe in questo caso il cuscinetto offerto dall’airbag certificates, tutelando in parte l’investitore, che riceverebbe una frazione del capitale iniziale, determinata dal calcolo precedentemente esposto. Vediamo a tal proposito ancora un esempio di possibile applicazione di low strike certificates e dell’airbag. Prendiamo per ipotesi un certificato legato a Intesa, con valore di fixing iniziale pari a 2 euro ed un generoso airbag al 50% (con un coefficiente di airbag per questo certificato di investimento pari dunque a 2, ottenibile dividendo 100 per 50).

La barriera

Poniamo inoltre che vi sia una barriera cedolare al 70%, con rilevazione mensile. L’investitore sarebbe in profitto se Intesa fosse sopra quota 2 euro, idem si dica se Intesa fosse fra 1,40 euro e 2 (ricevendo in questo caso sia la cedola che rimborso del capitale a scadenza, in quanto il sottostante si trova sopra la barriera cedolare del 70%).

Se invece Intesa dovesse scendere sotto quota 1,40 euro (barriera cedolare di questo airbag certificates al 70% del prezzo iniziale), rimanendo però sopra quota 1 euro (barriera capitale al 50%), l’investitore cesserebbe di ricevere le cedole, mantenendo la tutela del capitale. Nel caso in cui Intesa dovesse scendere di oltre il 50% ecco che l’airbag del certificato entrerebbe in funzione.

Protezione del capitale

L’effetto è molto ampio nel caso di perdite appena superiori al 50%. Infatti, una perdita del 52%, per ipotesi, determinerebbe un rimborso di un capitale pari a 48 x 2 = 96%, con una perdita del 4% a fronte di una discesa del sottostante molto più ampia. Nel caso in cui l’azione dovesse crollare a 0,70 euro, con una perdita del 65%, l’investitore riceverebbe il 35% rimasto moltiplicato per il coefficiente di 2, ossia il 70% dell’investimento iniziale, a fronte di una perdita del sottostante cui fa riferimento l’airbag certificates pari al 65%.

Da questi semplici esempi emergono le motivazioni che hanno determinato un grande interesse da parte degli investitori verso gli airbag certificates, in grado di offrire rendimenti interessanti ed una maggiore protezione del capitale investito nel certificato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui