Prezzo dell’Oro: le Previsioni per il 2020

investire oro

Il prezzo dell’oro ha raggiunto i nuovi massimi degli ultimi sette anni ad inizio 2020. Le quotazioni dell’oro in euro hanno addirittura toccato nuovi massimi storici. A spingere al rialzo le quotazioni del metallo giallo sono state le tensioni fra Stati Uniti ed Iran, che hanno determinato una nuova corsa degli investitori verso l’oro, bene rifugio per eccellenza.

Il prezzo dell’oro nel 2019

Ma la rimonta dell’oro affonda le sue radici in uno scenario ben più ampio. Il rally dell’oro, infatti è iniziato già sul finire del 2018, con un exploit nell’estate 2019 che ha spinto i prezzi ai massimi degli ultimi sei anni oltre quota 1.550 dollari l’oncia, raggiunti ad inizio settembre. Nei mesi seguenti abbiamo assistito ad una lateralizzazione dei prezzi del metallo giallo, che con un lento movimento discendente sono scesi fino in area 1.450, trovando però su questi valori un solido supporto.

A novembre e dicembre, poi, i prezzi del lingotto sono rimasti inseriti in uno stretto trading range fra i 1.450 ed i 1.480 dollari l’oncia. Sul finire dell’annata, la rottura rialzista dei 1.480$ ha aperto le porte per un’ulteriore rimonta, dapprima verso i 1.500 e successivamente verso i 1.520$ dollari. I venti di guerra, con gli attacchi americani all’Iran, hanno spinto al ribasso l’azionario nei primi giorni di gennaio, con altri acquisti sul metallo giallo.

prezzo oro 2020


Prezzo dell’oro e previsioni per il 2020

Fra le ragioni che hanno mosso gli operatori ad acquistare l’oro troviamo uno scenario di relativa incertezza: nonostante la buona impostazione degli indici americani nel 2019, è cresciuto il numero di investitori che ha preferito spostare parte della propria liquidità sul lingotto, anche per l’interminabile protrarsi delle negoziazioni fra Stati Uniti e Cina sulle questioni commerciali, mentre i dati macroeconomici europei restano deboli. Anche lo scenario tecnico ha fatto il suo, infatti la rottura da parte della resistenza statica collocata a 1.480$ ha innescato nuovi acquisti (ed alcune ricoperture di posizioni short sul gold). Molti operatori sono dunque tornati a investire sull’oro.


Previsioni prezzo dell’oro per il 2020/2021

Le previsioni per il prezzo dell’oro nel 2020 sono per lo più impostate al rialzo. Goldman Sachs ha previsto un’ulteriore salita del prezzo dell’oro a 1.670$, mentre numerosi analisti prevedono che l’oro possa toccare nuovi massimi storici (ossia superare quelli del 2011 a 1.920$ l’oncia) entro il 2021.

Investhaven ha previsto che l’oro possa salire a 1.750 dollari l’oncia nel 2020, per continuare il rally nel 2021, salendo a 1.925$. Per fare previsioni sul prezzo dell’oro non possiamo tuttavia dimenticare elementi di rischio, quali un eventuale rafforzamento del dollaro o una frenata della domanda di oro fisico che potrebbe arrivare da Cina e India, i maggiori consumatori aurei in termini assoluti.


L’oro e le banche centrali nel 2020

Nel frattempo, i toni della Fed sono via via diventati maggiormente da colomba: ad inizio 2018 ci si attendevano altri rialzi dei tassi, mentre nel giro di pochi mesi lo scenario è radicalmente cambiato, con la Fed che si è invece mossa nella direzione opposta, così come numerose altre banche centrali, fra cui la BCE, basti pensare a tal proposito al nuovo QE lanciato da Draghi alla fine del suo mandato. E, come da tradizione, mosse espansive delle banche centrali tendono ad essere un elemento positivo per il prezzo dell’oro.

Sempre a proposito di banche centrali, il 2019 è stato un altro anno di acquisti record, con oltre 650 tonnellate di acquisti di oro fisico come riserva, sui massimi da mezzo secolo, con uno scenario che non sembra destinato a cambiare nemmeno per il 2020, mentre continua la salita del prezzo dell’oro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui