Investire sulle Criptovalute

0
23
investire criptovalute
investire sulle criptovalute e sul bitcoin conviene?

Investire sulle criptovalute come bitcoin, litecoin, ripple, ethereum: conviene ancora? Il settore delle criptovalute è ancora interessante per gli investitori? Come creare un portafoglio di criptovalute.

Dopo il rally del 2017, che ha visto le quotazioni del bitcoin volare ai massimi storici in area 20.000 dollari per unità, il 2018 ha segnato un rapido quanto drastico ridimensionamento dell’intero settore delle criptovalute, con il bitcoin che è arrivato a perdere l’80% del suo valore dai massimi toccati nel dicembre del 2017: si è trattato di una vera e propria fuga degli investitori dalle criptovalute. Infatti, monete virtuali di un certo peso come Ripple o Litecoin sono crollate parimente di oltre il 90% dai massimi storici, mentre altre criptovalute hanno accusato perdite ancora superiori, nell’ordine del 98-99%.

Le criptovalute sono volatili

Sostanzialmente gli sventurati investitori che avessero acquistato criptovalute nella fase di boom, potrebbero trovarsi oggi con significative perdite in conto capitale. Infatti, nonostante la ripresa del bitcoin, risalito nel 2019 oltre i 10.000 dollari per unità (quindi a -50% dai massimi, con dei picchi a -40%), molte altre criptovalute si trovano ancora a -90% dai massimi storici. L’arrivo dei futures sul bitcoin nel dicembre 2017 e la conseguente possibilità di puntare anche sul ribasso della maggiore criptovaluta hanno dato il via ad una fase di pesante correzione sulle criptovalute, che si è esaurita nel 2018. A questo punto, con valori ridimensionati, in molti sono tornati a chiedersi se valesse la pena investire sulle criptovalute.

Conviene ancora investire sulle criptovalute?

La domanda di fondo è semplice: conviene ancora investire sulle criptovalute? Il crollo dei prezzi ha probabilmente fatto diventare a buon mercato parte delle criptovalute, spazzando via quelle che erano “scam” (truffe) o progetti irrealistici. In questi casi, infatti, abbiamo assistito a crolli anche drammatici, con delle criptovalute che hanno perso anche il 99% o tutto il loro valore. Le monete virtuali con alle spalle un progetto serio, invece, hanno ripreso vigore, si pensi al bitcoin. In alcuni casi, poi, si sono anche create opportunità di investimento.

Criptovalute e strategie

Dobbiamo quindi distinguere vari scenari sulle criptovalute, con l’investitore che segue il trading intraday o lo scalping (quindi un’operatività di brevissimo periodo, dove la richiesta centrale è legata a liquidità e volatilità). In questo caso, il discorso è nettamente diverso rispetto a chi invece puntasse su un arco temporale più ampio. Per entrambi vale la raccomandazione di utilizzare una piattaforma seria (la cosa sembrerebbe scontata ma non è così semplice nel suddetto settore), per evitare di aver già perso prima di iniziare a fare operazioni di investimento con le criptovalute.

Come creare un portafoglio di criptovalute?

La prima regola è quella di definire la percentuale destinata al bitcoin ed alle criptovalute, un valore che deve essere relativamente basso, trattandosi di strumenti finanziari particolarmente volatili e considerabili ad alto rischio. In ogni caso questo valore destinato alle criptovalute non deve eccedere i pochi punti percentuali, trattandosi di strumenti ancora molto giovani, con grande volatilità e parecchi rischi, legati anche ad eventuali furti di criptovalute dai portafogli virtuali e alla stabilità delle piattaforme.

Un successivo studio sull’ampissimo range di criptocurrency in circolazione potrebbe aiutare l’investitore in questo campo, al fine di comprendere: 1) i progetti che vi sono alle spalle di ogni singola criptovalute 2) l’andamento delle singole criptovalute e le variazioni medie settimanali e mensili di prezzo 3) la capitalizzazione della criptovaluta in questione, al fine di non trovarsi con un numero troppo elevato di quelle che in gergo degli investimenti azionari potremmo definire come penny stock.

La discesa del 2018 ha dimostrato ancora una volta come per l’investitore delle monete virtuali sia tendenzialmente consigliabile detenere in portafoglio una fetta delle proprie criptovalute sui bitcoin, che si sono mostrati maggiormente stabili nella debacle complessiva del settore delle criptovalute.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui