Exane: un Certificato su Tre Titoli di Piazza Affari

investire certificates

Exane ha emesso un certificato di investimento sull’Euro TLX, con capitale condizionatamente protetto e cedola al 7,32%. La barriera di questo certificato è barriera profonda e collocata al 55%. I sottostanti sono tre aziende del settore finanziario italiano. Vediamo i dettagli di questo nuovo certificates.

Exane – Certificato FREXA0026239

Fra le recenti emissioni di Exane spicca un interessante certificato di investimento, con codice ISIN FREXA0026239. Questo investment certificates appartiene alla categoria dei Phoenix Memory (denominato da Exane Crescendo Rendimento Memory).

Questo certificato ha una barriera ampia, fissata al 55%. Il prodotto protegge quindi l’investitore nel caso di correzioni anche notevoli da parte del mercato, a patto che nessun sottostante si trovi a scadenza al di sotto del 55% rispetto al fixing iniziale.

Le azioni che fungono da sottostante del certificato FREXA0026239 sono Axa, Generali e Mediobanca, con meccanismo del worst of. I prezzi di strike, ossia il fixing originario di questo Phoenix Memory sono pari a 18,30 euro (Axa), 13,40 euro (Generali) e 6,908 per Mediobanca. La barriera cedolare, così come quella capitale, è posizionata al 55%, mentre le cedole mensili sono pari allo 0,61%.

Certificato FREXA0026239 – Le caratteristiche

Il certificato presenta alcuni elementi interessanti. I sottostanti sono aziende almeno sulla carta particolarmente solide, con possibili movimenti di M&A che potrebbero favorire una tenuta delle quotazioni in futuro.

Questo certificato di investimento paga un interessante flusso cedolare mensile pari allo 0,61% condizionato al mantenimento della barriera del 55%, per un rendimento potenziale annuo che arriva al 7,32%. Inoltre, la quotazione spot, ossia il prezzo del certificato FREXA0026239 sul mercato secondario, si trova oltre due punti sotto la pari in area 975. Questo anche se i sottostanti si trovano nel momento in cui scriviamo appena sotto al prezzo di strike (nel caso di Axa) ed un paio di punti al di sopra del prezzo di fixing iniziale (per quanto riguarda le azioni di Mediobanca e di Generali), aumentando quindi le probabilità di successo del certificato di investimento in questione.

Il certificato gode dell’effetto memoria: se una cedola non fosse incassata, non sarebbe definitivamente persa. Verrebbe invece portata a memoria e distribuita all’investitore nel caso in cui in una successiva data di osservazione tutti i sottostanti si trovassero al di sopra dei rispettivi valori di strike.

La barriera del certificato, poi, non è osservata durante tutta la vita del prodotto, ma soltanto a scadenza. Pertanto, un’eventuale discesa di uno o più sottostanti al di sotto della barriera capitale durante la vita del prodotto non avrebbe alcuna conseguenza per l’investitore se tutti i sottostanti a scadenza fossero nuovamente al di sopra di tale soglia.

Exane: emesso il protected leverage certificate su Azimut ...
Ecco la scheda del certificato FREXA0026239 emesso da Exane

L’opzione autocallable nel certificato

A partire dalla data di osservazione del 15 dicembre 2020 è prevista l’opzione autocallable, nel caso in cui tutti i sottostanti fossero al di sopra del fixing iniziale. L’emittente rimborserebbe in questo scenario il valore nominale, pari a 1.000 euro e tutte le cedole dovute fino a quel momento, grazie alla presenza dell’effetto memoria nel certificato.

Certificato FREXA0026239 –  La scheda

  • Emittente: Exane
  • Mercato: Euro TLX
  • Codice ISIN: FREXA0026239
  • Cedola mensile 0,61%
  • Barriera capitale e barriera cedolare: 55%
  • Tipologia di barriera nel certificato: discreta, osservazione soltanto a scadenza
  • Effetto memoria: sì
  • Sottostanti e rispettivo valore di strike iniziale: Mediobanca (6,908 per azione), Generali (13,405 euro), Axa (18,30 euro).
  • Opzione autocallable: sì, dal 15/12/2020
  • Scadenza del certificato: 15/06/2023

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui