Investire sull’Oro – Previsioni sul Prezzo

previsioni prezzo oro

Investire sull’oro: è ancora il momento di comprare oro dopo la salita del prezzo del lingotto di questi ultimi mesi? Quali sono le previsioni per il prezzo del metallo giallo per il 2020 e 2021?

L’oro è stato oggetto di forte domanda da parte degli investitori nella prima parte del 2020, risultando uno dei pochi strumenti finanziari che alla fine del primo trimestre aveva generato una performance positiva per chi lo avesse detenuto in portafoglio.

Prezzo dell’oro a 50 euro al grammo

Il prezzo dell’oro ha toccato nuovi massimi storici in euro, con le quotazioni che sono arrivate in area 50 euro per grammo di oro. Ma anche esaminando il prezzo aureo in dollari, emerge come il lingotto si sia confermato un solido bene rifugio. Le quotazioni dell’oro, infatti, nel primo trimestre del 2020 hanno guadagnato circa 6 punti percentuali salendo sopra la soglia dei 1.600 dollari per oncia. In uno scenario caratterizzato dal tracollo del comparto azionario, per via del tragico diffondersi del coronavirus e del lockdown che ha coinvolto la maggior parte dei paesi del pianeta, l’oro ha permesso di ottenere rendimenti positivi, seppur senza rally eclatanti come quelli visti nei primi anni Duemila.

Le quotazioni spot, ossia “a pronti”, del lingotto sono salite a 1.670, mentre il future dell’oro al ComEx ha raggiunto e superato quota 1.700 dollari l’oncia. La situazione di generale incertezza sui mercati, unita al fatto che le banche centrali dovranno stampare ingenti quantitativi di moneta per far fronte alla crisi derivante dal coronavirus, hanno ridato vigore alla domanda degli investitori per il metallo giallo. Vediamo dunque nel dettaglio gli scenari e le previsioni per il prezzo dell’oro.  

Perché il prezzo dell’oro potrebbe salire ancora?

Le ragioni che potrebbero determinare una nuova salita dell’oro sono molteplici. In primo luogo, nella prima parte del 2020 le principali banche centrali hanno annunciato nuove politiche monetarie espansive. In altre parole, stamperanno ancora denaro in quantità davvero ingenti per far fronte alla crisi economica derivante dal coronavirus. Inoltre, i tassi di interesse dovrebbero rimanere bassi per un tempo elevato, rendendo quindi relativamente meno costosa la detenzione di oro. La pandemia ha inoltre determinato una temporanea chiusura degli impianti estrattivi in alcuni paesi produttori di oro, facendo sì che la produzione del 2020 verosimilmente sarà più bassa di quanto ipotizzato.

Domanda di oro nel 2020 e 2021

Per quanto riguarda la domanda di oro, invece, è lecito attendersi un calo della richiesta in arrivo dalla gioielleria (settore che pesa per oltre il 40% sulla domanda totale), così come dall’industria (da cui arrivano fra le 350 e le 400 tonnellate di domanda ogni anno, per un totale leggermente inferiore al 10%). Questo calo della domanda aurea potrebbe però essere compensato da una maggiore richiesta di oro in arrivo dal settore degli investimenti, come spesso accade nelle fasi di crisi sui mercati azionari.

oro banche centrali

Previsioni per il prezzo dell’oro nel 2020 e 2021

Numerosi analisti avevano rilasciato previsioni per il prezzo dell’oro positive per il 2020. I fondamentali appaiono dunque ancora ben impostati. Le quotazioni dell’oro dopo i minimi toccati a fine 2015 hanno via via ripreso vigore, con una ripresa dei prezzi nel 2019, cui ha fatto seguito un avvio positivo nel 2020. Un eventuale superamento di quota 1.700 dollari per il prezzo spot aprirebbe spazio per altre rimonte, con un possibile target dapprima sui 1800 dollari l’oncia ed eventualmente sui massimi storici in area 1.920 dollari toccati dal prezzo dell’oro nell’estate 2011.

Gli analisti di Citi Bank avevano ipotizzato una salita dell’oro verso quota 2.000 dollari nel caso di una recessione già nel 2019. In seguito al coronavirus e alle politiche monetarie espansive delle banche centrali il prezzo dell’oro potrebbe davvero puntare a nuovi massimi nel 2020 – 2021. Restano tuttavia alcune incognite da capire, come quella che sarà la domanda di oro delle banche centrali (la Russia pare intenzionata a ridurre i propri acquisti), così come la reale forza della domanda di oro da investimento.

Previsioni rialziste per il prezzo dell’oro

C’è anche chi ha fatto previsioni per il prezzo dell’oro ben più ottimiste e crede che l’oro possa salire ben più in alto, basti pensare che è stata condotta un’operazione da 1,75 milioni di dollari sul mercato delle opzioni con strike a 4.000 dollari per oncia. Chiaramente trattandosi di un’opzione call sul prezzo dell’oro questa non sarebbe esercitata se il prezzo dell’oro non dovesse arrivare entro la scadenza di giugno 2021 alla soglia di 4.000 dollari per oncia, valori sin qui mai raggiunti dal lingotto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui