Conviene Investire su Wirecard?

Conviene investire su Wirecard dopo il crollo di giugno 2020? Quali le prospettive per l’azienda tedesca?

Ripartiamo dall’analisi dello scandalo Wirecard per esaminare i possibili scenari ed esaminare se possa aver senso valutare un investimento su Wirecard in questa turbolenta fase.

Cosa è capitato alle azioni di Wirecard

La truffa legata a Wirecard parte dalla scoperta dell’ammanco di quasi due miliardi di dollari (circa 1,7 miliardi di euro) dai conti bancari di Wirecard. Il denaro avrebbe dovuto essere depositato presso banche asiatiche, ma non ve ne era invece traccia. Nel giro di una manciata di sedute le azioni di Wirecard sono crollate da circa 100 euro fino ad arrivare sotto quota 2 euro per azione. Il crollo ha dunque superato il 95%, con l’ipotesi di fallimento che ha preso sempre più corpo per Wirecard, dopo che E&Y non ha certificato i bilanci dell’azienda.

Wirecard ed altri crolli in borsa

Wirecard non è certamente il primo caso di aziende che crollano in borsa. Quello che ha colpito nella vicenda Wirecard è legato al fatto che si sia trattato di una vera e propria truffa, che ha coinvolto un’azienda di dimensioni grandi, con una capitalizzazione che era arrivata anche a superare i 20 miliardi di euro.

In altri casi si erano riscontrate difficoltà a livello imprenditoriale (Mc Dermott negli Usa sul finire del 2019 per citare un caso, ma l’elenco delle aziende con costi alti e ricavi in declino potrebbe essere lunghissimo) o problemi nel riscuotere i crediti (si pensi ad Astaldi, anch’essa protagonista di una discesa in borsa superiore al 90%). Questa volta, con Wirecard, si è trattato di una vera e propria truffa, di un’azienda con una capitalizzazione 20 volte superiore a quella della tanto discussa Bio On, crollata da 50 euro dell’estate 2019 sino al delisting da Borsa Italiana.

Le voci relative a problemi di contabilità si susseguivano da tempo, lo stesso Financial Times aveva più volte sollevato dubbi, venendo messo sotto inchiesta dall’autorità tedesca di vigilanza, la BaFin. Nel giugno 2020 è scoppiato lo scandalo, da cui non è certo immune il revisore Ernst & Young, che avrebbe dovuto certificare i conti ed evidentemente non ha svolto correttamente il suo ruolo.

Conviene investire su Wirecard dopo il crollo?

Volete davvero investire su Wirecard? Prima di tutto dovete sapere che si tratta di un’operazione ad alto rischio, anche e soprattutto ora che le azioni di Wirecard hanno perso il 95% del loro valore. Lo scenario del fallimento e quindi di una discesa del titolo a zero con la perdita totale dell’investimento non è assolutamente da scartare, anzi resta ampiamente probabile.

Una possibile ragione per un moderato ottimismo su Wirecard potrebbe essere legata al tentativo di salvare l’immagine da parte dei tedeschi, senz’altro non entusiasti nel vedere collassare e fallire il tanto decantato fiore all’occhiello della tecnologica dei pagamenti made in Germany.

Va tuttavia ricordato che Wirecard, azienda che serviva da appoggio per Mastercard e Visa, i due colossi nei pagamenti elettronici, anche nel caso di salvataggio avrebbe irrimediabilmente compromesso la sua immagine.

Come investire su Wirecard?

Per chi volesse puntare su una difficile ripresa da parte delle azioni Wirecard chiaramente l’opzione più scontata è l’acquisto del titolo azionario medesimo. Nello scenario peggiore si va incontro ad una perdita totale del capitale, in caso di rimbalzi chiaramente le possibilità di ripresa sono ampie, anche se Wirecard ha ormai perso gran parte del businnes e la fiducia dei mercati.

Un’alternativa possibile è offerta dai certificati di investimento aventi fra i sottostanti Wirecard. Anche in questo caso il fallimento dell’azienda determinerebbe una perdita totale del capitale, ma se si acquistasse un certificato con airbag (con strike 50%) contenente azioni Wirecard si godrebbe implicitamente di un effetto leva 2 nel caso di un rimbalzo delle azioni di Wirecard (che verosimilmente sono il “worst of” in quasi tutti i certificates ove sono presenti).

investire su wirecard
Investire su Wirecard: è una follia oppure potrebbe esserci spazio per un recupero delle azioni?

Investire su Wirecard

Quali gli scenari possibili dopo il crollo? Ipotizziamo di acquistare un certificato low strike con Wirecard fra i sottostanti, il prezzo di strike è 100 euro, con airbag al 50%. La perdita verrebbe dunque calcolata partendo da quest’ultimo valore, moltiplicando l’eccedenza della discesa rispetto a tale soglia per due.

Nel caso del fallimento dell’azienda si avrebbe una perdita totale del capitale investito. Se a scadenza Wirecard valesse 2 euro (-98%) si avrebbe un rimborso del certificato di investimento pari al 4% del nominale (40 euro a fronte di un nominale di 1.000 euro), mentre nel caso di una ripresa di Wirecard a 5 euro (-95%) si avrebbe un rimborso pari al 10% del nominale (100 euro).

Occasione di acquisto?

Visto che alcuni certificates con Wirecard fra i sottostanti sono svenduti in questa fase da investitori preoccupati di recuperare almeno le minusvalenze, è possibile acquistarli a valori bassissimi, talvolta poco superiori a 0. In tal caso i margini di profitto, nel caso di un recupero dell’azienda, sarebbero notevoli.

Se acquistaste il certificato a 10 euro (-99% rispetto al nominale) e Wirecard dovesse trovarsi a scadenza a 5 euro, il rimborso avverrebbe intorno ai 100 euro (quindi una salita del prezzo pari al 150% determinerebbe un profitto del 900%). Ma si guadagnerebbe anche se le azioni rimanessero sui prezzi attuali in area 2, dimostrando come il mercato ancora veda molti dubbi sul salvataggio di Wirecard.

Conclusioni

La prudenza è quindi d’obbligo ed eventuali investimenti vanno centellinati, vista la difficile situazione delle azioni di Wirecard. Come detto, investire su questa azienda tedesca in questa fase è un azzardo, è quindi paragonabile a cercare di cogliere un coltello che cade, si potrebbe dire in finanza.

Tuttavia è altresì vero, usando gergo finanziario, che gli affari si fanno quando il sangue scorre nelle strade. Infatti, se l’azienda dei pagamenti elettronici dovesse essere salvata, lo spazio di ripresa per le azioni Wirecard sarebbe significativo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui