Come Investire Con i Corridor Certificates di Societe Generale?

0
27
investire certificati

I corridor certificates possono essere utilizzati per sfruttare i movimenti delle valute e dei titoli azionari? La risposta è senz’altro affermativa. Al momento Societe Generale offre un ampio numero di prodotti in grado di coprire varie asset class. I corridor certificates sono interessanti prodotti di trading, con elevate potenzialità di rendimento e contestualmente un elevato rischio (con la possibilità di perdere l’intero capitale investito se viene toccata una barriera anche una sola volta durante la vita del certificato). Va sottolineato come nei corridor certificates vi sia una leva implicita che sale all’avvicinarsi del prezzo del sottostante ad una delle due barriere.

Cosa sono i corridor certificates?

I corridor certificates sono dei prodotti finanziari derivati appartenenti alla categoria dei certificati di investimento. Presentano due barriere, una al di sopra del prezzo iniziale del sottostante, una al di sotto. Se non vengono toccate durante l’intera vita del certificato rimborsano 10, viceversa si estinguono senza corrispondere alcun rimborso all’investitore.

Come facilmente immaginabile oscillano pertanto fra 0 e 10 euro, crescendo di valore man mano che il sottostante si allontana dalle barriere e al decrescere del tempo rimanente, mentre tendono a scendere di valore se il prezzo del sottostante si avvicina a una delle barriere.

Quali sono i corridor certificates di Societe Generale più interessanti?

Societe Generale ha presentato un’ampia gamma di corridor certificates, che coprono sia titoli azionari, che indici e valute. La volatilità presente sulla sterlina per via delle vicende Brexit ha reso attraenti i certificati su EUR/GBP. Fra questi segnaliamo ISIN LU1988684186 con scadenza a fine dicembre 2019 e barriere a 0,84 e 0,95 sul cambio euro/sterlina.

Estremamente interessante, sempre su EUR/GBP ISIN LU2024168457 che offre un rendimento (nel novembre 2019) pari al 50% in appena 7 mesi, a patto che il cambio fra euro e pound non scenda sotto 0,82 né salga sopra 0,95. Un tocco di queste barriere determinerebbe la perdita dell’intero valore del certificato. Sempre su euro/sterlina paga quasi il 20% (in poco più di un semestre, quindi un 35% annualizzato circa) il corridor certificates lanciato da Societe Generale con ISIN LU2024168291 e barriere a 0,80 e 0,96, nettamente più ampie rispetto alle precedenti.

corridor certificates societe generale

Corridor Certificates su EUR/USD

Anche sul cambio EUR/USD Societe Generale ha presentato prodotti interessanti. Scade a giugno 2020 un corridor certificates con barriere a 1,04 e 1,19 (nel dettaglio l’ISIN di questo certificato è LU2024228459). 

Scadenza più breve, in data 20 marzo 2020, per altri prodotti, fra cui un certificato d’investimentocorridor” sempre sul cambio fra euro e dollaro con barriere prefissate a 1,05 e 1,18 (ISIN : LU2024228020). Sale leggermente il rendimento (e pertanto anche il rischio) con barriere più strette a 1,06 e 1,17 (ISIN LU2024228293), mantenendo ferma la scadenza di marzo 2020.

Corridor certificates su azioni

L’offerta è ben strutturata anche sul comparto azionario, coprendo sia gli indici che i singoli titoli. Su Intesa, per esempio, è possibile acquistare un corridor certificate con barriere a 1,90 e 2,70 con un rendimento che al momento in cui scriviamo si aggira intorno al 25% a fronte di una scadenza fissata in data 20 marzo 2020.

L’ISIN in questo caso è LU2024223146. Ma la gamma è ampia, con prodotti che coprono FCA, Luxottica, Leonardo, Exor, nonché le principali materie prime, fra cui oro e petrolio, con corridor certificates studiati per coprire anche questi strumenti finanziari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui