Il Codice ISIN e la sua Storia

0
200
COSICE ISIN - BORSA

La storia dei codici di identificazione ISIN

L’accettazione universale dell’ISIN consente l’elaborazione globale diretta (GSTP), che è la gestione elettronica della compensazione e del regolamento commerciali. I codici ISIN sono utilizzati per tracciare le partecipazioni di investitori istituzionali in un formato coerente tra i mercati di tutto il mondo.

Codice ISIN Stantard dal 1989

Gli ISIN furono usati per la prima volta nel 1981, ma non diventarono uno standard fino al 1989 quando i paesi del G30 ne raccomandarono l’adozione. Un anno dopo sono stati approvati dall’International Organization for Standardization (ISO).

Nel 1994, il meccanismo di accesso globale ISIN è stato creato per scambiare elettronicamente informazioni ISIN attraverso le regioni attraverso un processo di scambio di informazioni digitali chiamato GIAM-2.

Chi emette il codice ISIN?

Il codice ISIN è emesso dall’agenzia nazionale di numerazione (ANNA) competente in ciascun paese emette ISIN. Negli Stati Uniti, questo è l’ufficio di assistenza CUSIP. Istituito nel 1964, l’ufficio servizi CUSIP è stato creato per migliorare gli standard nazionali per l’industria dei servizi finanziari.

ANNA è una associazione internazionale di enti ed istituzioni finanziarieche svolgono localmente l’attività di agenzie di codifica. La Banca d’Italia è l’agenzia di codifica nazionale per l’Italia.

Titoli con ISIN di identificazione internazionale

L’International Organization for Standardization (ISO) 6166 attualmente definisce una struttura ISIN. Attualmente, un ISIN può essere assegnato alla maggior parte delle forme di titoli, comprese (ma non limitate a) azioni azionarie; unità e / o ricevute di deposito; strumenti di debito, comprese le obbligazioni; carta commerciale; cedole spogliate e importi principali; Buoni del Tesoro; diritti e warrant; derivati; merci; e valute.

In Italia chi può chieder il codice ISIN?

Chi emette strumenti finanziari può chiedere il codice ISIN. Per gli strumenti finanziari già emessi il codice ISIN può essere richiesto anche da altri soggetti quali:

  • Agenzie nazionali di codifica di altri paesi;
  • Soggetti che, per adempire a specifici obblighi normativi devono usare il codice ISIN per comunicare informazioni su singoli strumenti finanziari, ad es. Intermediari bancari e finanziari, Società di intermediazione mobiliare (SIM), Società di gestione del risparmio (SGR), Società di investimento a capitale variabile (SICAV), Assicurazioni;
  • Società di gestione di mercati regolamentati di strumenti finanziari;
  • Società che gestiscono sistemi di accentramento, garanzia, compensazione e liquidazione delle operazioni su strumenti finanziari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui