Cosa è il CoT Report?

COT Report

Come funziona il CoT report? Come leggere il Cot Report. Ecco alcuni dei punti trattati nell’articolo che segue.

Il CoT Report (Commitment of Traders Report) è senz’altro uno degli strumenti più utilizzati dagli operatori internazionali al fine di esaminare ed analizzare il comportamento degli investitori sui mercati finanziari. Il CoT è un report che viene diffuso con cadenza settimanale dal governo americano, fotografando le posizioni degli investitori sui principali mercati futures.

Il CoT report presenta le posizioni aperte sui principali future su indici azionari, obbligazionari, cross valutari e materie prime da parte delle tre principali categorie di operatori finanziari: i fondi istituzionali d’investimento (che nel CoT report sono denominati  Commercial), i fondi speculativi (Non Commercial o Large Speculators) e il pubblico dei risparmiatori/trader (che il CoT presenta come Non Reportable Positions). 

Le categorie del CoT Report

La prima categoria del CoT Report è costituita dai fondi comuni d’investimento e dalle grosse banche d’affari (come JP Morgan, Goldman Sachs Morgan Stanley, ecc..), mentre nel secondo comparto troviamo gli hedge fund, vale a dire quei fondi speculativi che, con strategie particolari, spesso complesse, ed ampie somme di denaro, provano ad ottimizzare la redditività dei capitali conferiti dai loro investitori. Nel terzo gruppo troviamo invece i trader retails, ossia i privati.

Il CoT report: due versioni

Troviamo due differenti versioni del CoT Report: la prima riporta solo le posizioni aperte sui future, mentre la seconda versione del CoT include nell’analisi anche le opzioni, comprendendo quindi le posizioni degli investitori su futures e opzioni.
Va ricordato come per ogni singolo mercato il Cot presenti le posizioni, sia al rialzo (long) sia al ribasso (short), che risultano aperte dalle varie categorie di investitori (in particolare i Commercial e i Non Commercial).

Nel dettaglio, viene messo in risalto se una certa tipologia di operatori abbia aumentato o diminuito la propria esposizione su una certa attività finanziaria e, soprattutto, quale sia stata variazione rispetto alla precedente rilevazione, ossia rispetto a sette giorni prima.

Analisi del CoT Report

L’analisi del CoT report è pertanto significativa, in quando dallo studio dei dati contenuti nel Cot si è in grado di determinare quali sono le aspettative di ciascuna tipologia di investitori e di verificare come i vari fondi d’investimento abbiano modificato le loro posizioni in base all’andamento dei mercati stessi. Prima di entrare nel dettaglio delle varie informazioni fornite dal Cot è necessario conoscere le caratteristiche dei vari operatori.

Cot Report: cosa è?
Uno stralcio dal COT Report dei metalli, relativo alle posizioni degli investitori nel gennaio 2020. Si notano in questa immagine il COT su argento e oro, così come quello sul rame.


L’approccio delle varie categorie del CoT Report al mercato

Esaminando il CoT report, come possiamo interpretare le posizioni delle tre categorie di investitori?
Tradizionalmente i Commercial possiedono un approccio al mercato di tipo “contrarian“. Questo significa che tendono ad aumentare le loro posizioni rialziste (long) quando il mercato si trova in trend ribassista e ad incrementare le loro posizioni ribassiste (short) quando il mercato esprime una tendenza rialzista. Per quale ragione?

La copertura

Il motivo di questo comportamento è dovuto al fatto che questi investitori operano sui mercati dei derivati con finalità principalmente di copertura del sottostante. Per esemplificare il tutto, eventuali posizioni long sui titoli azionari vengono coperte con l’apertura di posizioni short su un derivato che ha come sottostante l’indice azionario al quale qui titoli appartengono.

Il libro di Larry Williams

Larry Williams (che ha scritto un libro molto interessante sull’analisi del COTTrade Stocks and Commodities with Insiders”) segnala come molto spesso i Commercial raggiungano la massima esposizione long quando i mercati si trovano alla fine di una prolungata tendenza ribassista e stanno formando un minimo (bottom) significativo di medio termine. 

Non Commercial

La seconda categoria del CoT Report è quella dei Non Commercial, che adottano molto spesso strategie di tipo trend-following. Questo vuol dire che tendono ad aumentare le loro posizioni long quando il mercato si trova all’interno di un trend rialzista, e ad aumentare le posizioni short quando il mercato si trova all’interno di una tendenza ribassista.

Non Reportable Positions

Infine, vediamo anche le Non Reportable Positions, ossia i piccoli operatori/investitori, che privilegiano un’operatività di tipo direzionale. Molto spesso, tuttavia, non riescono a cogliere i segnali d’inversione e, per questo motivo si trovano con un’elevata esposizione long quando il mercato ha raggiunto un top significativo e con un’elevata esposizione short quando il mercato ha raggiunto un importante minimo di medio termine.

Tutti questi elementi sono da conoscere al fine di analizzare il CoT report ed utilizzarlo per comprendere i mercati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui